• Home
  • Serie A
  • Delirio all’Olimpico, Roma-Atalanta finisce 1-1

Delirio all’Olimpico, Roma-Atalanta finisce 1-1

Si conclude con il risultato di 1-1 la bellissima sfida all’Olimpico fra la formazione giallorossa e la compagine bergamasca. I nerazzurri si lasciano rimontare nel secondo tempo dopo essersi portati in vantaggio nella prima frazione di gioco. Il primo tempo è stato dominato dall’Atalanta, che più volte si è resa pericolosa grazie alle triangolazioni di Malinovskyi, Zapata e Ilicic. I tre si affacciano dalle parti di Pau Lopez rispettivamente al nono, al ventesimo e al ventiduesimo minuto. Le conclusioni non impensieriscono, però, particolarmente, il portiere giallorosso. Qualche minuto dopo il talento ucraino sblocca la partita finalizzando un bel cross rasoterra di Gosens. A questo punto ci si aspetterebbe una risposta da parte della Roma, ma è ancora l’Atalanta a fare la partita fino alla fine della prima frazione di gioco.

La ripresa ricomincia con una sostituzione: dentro Bruno Peres, fuori Calafiori. Ci provano prima Malinovskyi e poi Veretout su calcio di punizione. Gasperini fa entrare Muriel e Pasalic per aggiungere un po’ di imprevedibilità.

Al minuto 61′ è Mkhitaryan ad infiammare gli animi con una bella accelerazione personale, il tiro finisce però fuori. Poi, il neo entrato attaccante colombiano manca il bersaglio su un bel suggerimento di Zapata.

Al 69esimo Gosens viene ammonito per la seconda volta ed è costretto a lasciare la sua squadra in dieci uomini. A questo punto viene fuori la Roma, prima con un colpo di testa di Mancini e poi con una girata di Dzeko. Muriel impensierisce la retroguardia giallorossa con una conclusione, dopo una buona progressione palla al piede. Ma è la Roma a ristabilire la parità al 75′ con un encomiabile tiro da fuori area di Cristante. La Roma cerca di vincere la partita per non vedere andare in fumo le proprie possibilità di entrare in Champions. Gollini ipnotizza Dzeko e para una sua conclusione ravvicinata. Muriel tenta il colpaccio con un diagonale che finisce a lato. Ma è ancora una volta il centravanti bosniaco a mangiarsi il gol del vantaggio mandando alto, di testa, un buon traversone di Karsdorp. Ci prova ancora Carles Perez dopo una sponda di Dzeko, ma Gollini respinge, caparbio. Le ultime emozioni della gara ce le regala Ibanez, che nel giro di due minuti si fa espellere per una ingenua doppia ammonizione.

Leave A Comment